Per non dimenticare ciò che si mangia.

Barbabietole blu, rosse, gialle. Una patata piccola, un po’ bitorzoluta. Ciò che a prima vista sembra strano è molto spesso raro: come le verdure del vicino Feldhof di Villa Ottone. Sabine coltiva le sue verdure insieme a cinque anatre che vanno a caccia di lumache. Gli spray sono tabù, così come la produzione di massa convenzionale. Anche il gallo Neutiroler, una vecchia razza di polli che oggi quasi nessuno conosce, si scatena liberamente nell’aia dell’azienda agricola. Il progetto Feldhof costa a Sabine molta passione e richiede sostegno. E noi del Drumlerhof glielo offriamo da cinque anni ormai e le vogliamo davvero bene. Amore che mettiamo anche quando cuciniamo le sue verdure e le sue uova, quando le galline ce le concedono. A volte gli ospiti hanno sguardi un po’ perplessi: perché la carota è bianca, perché il pomodoro ha un sapore simile al lampone e perché non è tutto così lucido come nelle pubblicità? Beh, ciò che è raro e genuino non sempre corrisponde a un presunto ideale di bellezza. Noi del Drumlerhof pensiamo che sia una buona cosa. E tu?

Storie da vivere

 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.